The unlovable

Musica da trip, tipo Morcheeba.. note da canna, tipo Massive Attack.. distensione emotiva, tipo Flunk. Dopo due mesi di duro allenamento e salvaguardia di una assennata alimentazione riguadagno le forme dissimili dalle piante appartenenti alla famiglia delle Solanaceae e quel che mi fa più piacere constatare è che lo sforzo profuso non mi ha stressato. […]

Leggi tutto "The unlovable"

Stay hungry, stay foolish, staymeenkee.

Ma dico io, santo di un cielino, se per definizione dovrebbe essere “odio per la felicità altrui”, di quale felicità stiamo parlando esattamente? Neanche buoni ad invidiare si è, mille auguri, un minuto di raccoglimento e cento confetti per Madre Ignoranza, sempre in stato interessante. [...minuto di raccoglimento...] Ok, diamogli una possibilità..magari bramano la mia […]

Leggi tutto "Stay hungry, stay foolish, staymeenkee."

Silly rabbit, tricks are for kids

I portieri degli stabili che possono vantare un certo decoro si comportano come una casta maldicente. Sarà stata colpa dell’insalata di educazione fascista, maschilista e cattolica. Menomale che certi mestieri vanno scomparendo. Di sicuro non quello degli impiegati dei market. La cassiera del simply ha un rosario tatuato sul polso sinistro, io nel frattempo sistemo […]

Leggi tutto "Silly rabbit, tricks are for kids"

Every step of the way

Assicurazione scaduta da tre giorni, due mesi indietro d’affitto. I polsi trèmolano nervosamente. I don’t shiver in the wind, like the last leaf on a dying tree. I hear my own footsteps..but I don’t go stiff, not even for a moment. Non ho nessun assegno da incassare domattina..ed è un vero peccato, visto il nuovo […]

Leggi tutto "Every step of the way"

Some fuckin’ latitude

Io ci son stato. Ho “sentito” quel silenzio. Camminare su quelle tristi facce di metallo ti mette angoscia, ti dà proprio il senso della pesantezza che grava sull’anima di chi si è macchiato di misfatti inauditi come quelli avvenuti una settantina di anni fa. L’umanità non dimentica. E non deve. Ho imparato che i bufali […]

Leggi tutto "Some fuckin’ latitude"

Lù-Italienisch Wörterbuch

L’alba possiede dei colori che un A4 Fabriano del 1985 non se li sogna neanche lontanamente. L’arancione pastello ci si avvicina, lo ammetto, ma nient’altro. Fa un freddo cane, ragion per cui è legittimo vestirsi ancor più leggero. Sigmund, amico mio, scriveresti trattati su questo, vero? Io dico di sì. Mi addormento scrivendo, mi risveglio […]

Leggi tutto "Lù-Italienisch Wörterbuch"

Il gioco del silenzio

È così che funzionava: ti alzavi, andavi alla lavagna, raccoglievi il gessetto da sopra la spugna, andavi davanti alla cattedra, faccia alla classe, mettevi le mani dietro la schiena e con attenzione nascondevi il gessetto in uno dei due pugni, cercando di non far capire esattamente se a destra oppure a sinistra. Guardavi verso i […]

Leggi tutto "Il gioco del silenzio"

Daylight dreaming

E’ notte o giorno? Il sonno custodisce un valore prezioso. Riesco a percepire uno strato di oscurità più spesso. I sogni invece concepiscono promesse che la realtà non è in grado di mantenere. Sento il cuore cominciare ad indurirsi come una pietra ed uno strato di domopak incellophanarlo a regola d’arte, come se volesse farsi […]

Leggi tutto "Daylight dreaming"

Nessuno parla attraverso la mia voce

Esiste un angolo del mio animo in cui la solitudine cessa di essere propedeutica e diventa scomoda, arida..come un terreno trascurato, un paesaggio spoglio, privo di fertilità, un sentiero pericoloso. A volte, persino con me stesso, parlo un linguaggio differente..talmente profondo da perdermi, talmente scostante, dissociato, buio.. da rischiare di non riuscire più a ritrovarmi. […]

Leggi tutto "Nessuno parla attraverso la mia voce"